top of page
Cerca

IL PRIMO PODIO IN MOTO-E NON SI SCORDA MAI!

Sul sinuoso tracciato toscano del Mugello si è svolto il sesto Gran Premio del Motomondiale 2023, che ha ospitato il secondo round del Mondiale MotoE.

Sono state due gare incredibili per la MotoE, con la prima gara disputata sull’asciutto e la seconda sul bagnato.

Nel weekend di "casa" per l'ItalianGP, Kevin Manfredi ha brillato e ha attirato l'attenzione su di sé, conquistando quel tanto atteso podio che gli era sfuggito per poco a Le Mans.


Kevin Manfredi: "Non dimenticherò mai il mio primo podio nel Motomondiale MotoE, era qualcosa che desideravo a tutti i costi. Farlo poi in Italia...di fronte al pubblico di casa, con la SIC58 Squadra Corse e alla guida di una Ducati, sembra un sogno.

Nella prima gara siamo andati forte, ma abbiamo dovuto rimontare e ho quindi messo sotto pressione la gomma anteriore.

In gara 2 invece, quando ho visto la pioggia, ho sfruttato la mia fiducia nelle fasi iniziali della gara e mi sono messo nel gruppo di comando insieme ai primi tre.

L'obiettivo era la vittoria, ho studiato i miei avversari e non ho commesso errori.

Mi sentivo forte ad ogni sorpasso e penso che questo sia stato il fattore chiave della gara.

La moto era perfetta, mi permetteva di guidare bene in ogni tratto del circuito, e per questo voglio ringraziare il Team per il loro eccezionale lavoro che mi ha reso competitivo anche sul bagnato.

Siamo riusciti a recuperare ciò che ci era sfuggito a Le Mans, forse era davvero destino raggiungere il podio qui.

Desidero esprimere un sincero ringraziamento a ogni membro del Team SIC58 Squadra Corse, che ha reso possibile questo primo podio in MotoE. In particolare, voglio ringraziare Paolo Simoncelli, Marco Grana, Fabio Balducci, Francesco Sanna e Federico Bettoni.

Un ringraziamento speciale va anche a tutti i nostri sponsor, ai partner tecnici e alla mia compagna. Il vostro supporto è stato fondamentale per ottenere questo risultato straordinario.”


Dopo una buona qualifica, Kevin è stato sfortunato ad essere costretto a partire dall'ottava posizione in griglia, invece che dalla quinta che il suo miglior tempo avrebbe dovuto garantirgli, a causa di una penalità per aver superato i limiti del tracciato.

In gara 1, dopo una buona partenza, si è ritrovato all'esterno della prima curva e, dopo essere stato spinto fuori da un altro pilota, è stato costretto a rimontare, chiudendo in settima posizione finale davanti a Zannoni e al due volte campione del Mondo Torres.

Nella seconda gara, la pioggia ha mescolato le carte e il "Cinghiale Volante" si è trasformato in "Squalo", mostrando la sua aggressività.

Raggiunta la terza posizione al primo giro, ha lottato per tutto il resto della gara per un posto sul podio, battagliando contro il campione del Mondo del 2019 Matteo Ferrari e l'esperto Eric Granado.

Sorpassi e controsorpassi mozzafiato si sono susseguiti tra i tre, tenendo avvinti sia i commentatori televisivi che il muretto box.


Purtroppo, una bandiera rossa ha interrotto la gara anticipatamente, un giro prima della fine, cosa che avrebbe potuto cambiare nuovamente il risultato sulle difficili condizioni del tracciato. Per Kevin, si tratta del primo podio nel Motomondiale, un risultato che lo colloca ora nella top 5 del campionato.

La felicità di Kevin e del Team al parco chiuso parla da sé: c'è intesa, serenità e una grande voglia di fare bene.

Questo risultato darà morale a tutta la squadra e agli sponsor in vista dei prossimi appuntamenti di campionato, che saranno molto ravvicinati e impegnativi, a partire dal Sachsenring (Germania) questo fine settimana.

È una pista nuova per Kevin, che non vede l'ora di affrontare il difficile e tortuoso circuito tedesco.


Kevin ringrazia tutti gli sponsor e partner tecnici della stagione 2023.


28 visualizzazioni
Post: Blog2_Post
bottom of page