Cerca

8ª VITTORIA IN UN WEEKEND TRISTE!

Sul circuito di Jerez de la Frontera, in Andalucia si è corso il 10º Round del WorldSBK 2021, evento che purtroppo rimarrà indelebile nella mente di tutti per la scomparsa del giovanissimo pilota Dean Berta Viñales.


Dopo un venerdì di intenso lavoro per Kevin ed il Team Altogo alla ricerca del setup ideale e del rodaggio di un nuovo motore nelle FP1 ed FP2, la classifica riepilogativa di giornata si concludeva con lo Spezzino al comando dell’Europeo in 1 minuto, 44 secondi e 3 decimi, un tempo però che non soddisfaceva lo stesso.

Nella superpole del Sabato, Kevin ha sfruttato al massimo le due gomme a disposizione, segnando il suo nuovo personal best lap in 1.43.1 ovvero 1.3 secondi meglio rispetto al tempo delle Free Practice mantenendo nuovamente la leadership Europea; un tempo interessante che lo ha portato a soli 3 decimi di distacco da Manzi pilota titolare nel Motomondiale Moto 2 già da diversi anni.

Un buon risultato per Manfredi ed il Team Altogo che partecipavano per la prima volta su questo tracciato insieme.

A meno di un’ora dalla partenza di gara 1 della SSP600 del sabato però, arriva la tragica notizia che ha gelato il paddock, durante gara 1 della SuperSport 300 il giovane Dean Berta Viñales a causa di un’incidente all’uscita della curva uno, ha perso la vita.

In seguito all’accaduto Dorna e la Federazione Internazionale hanno deciso di annullare il tutto il programma di giornata, comprese le gare di Superbike e SuperSport.

Dopo una riunione nella serata di sabato tra piloti e organizzazione, il Worldsbk in merito anche alla decisione della famiglia Viñales, ha deciso di riprendere il programma come di consueto nella giornata di domenica correndo in memoria di Dean.


Kevin : “La vittoria in Gara 2 ci ridà un po’ di sorriso in un weekend triste… le corse sono parte di noi piloti, siamo avversari dentro la pista, ma il paddock ci riunisce, ci fa scoprire nuovi amici, belle persone e ci fa ammirare i veterani di categoria ma anche i giovani promettenti.

Quando poco prima di una gara arriva una notizia del genere, tutto si blocca ed i pensieri emergono.

È stato un dispiacere non poter correre Gara 1, sarebbe stato meglio non fosse accaduto nulla, sopratutto quando a salutarci è un giovane ragazzo di 15 anni che ancora davanti una vita.

Il mio pensiero va alla sua famiglia, al suo team e a tutti i suoi compagni; questo é uno sport, un lavoro, tanto bello quanto pericoloso e purtroppo nonostante si faccia di tutto per evitare ogni incidente, il rischio c’è sempre.

Nessuna parola potrà mai dare il giusto conforto alla famiglia che ha perso un ragazzo di soli 15 anni.

Mi stringo quindi alla Famiglia di Dean, con un forte e caloroso abbraccio.”


Kevin Manfredi dunque in gara 2, non si lascia scappare l’opportunità del podio Europeo e dopo un contatto nelle fasi iniziali con un altro pilota ha iniziato subito la sua rimonta, vincendo per l’ottava volta nel 2021 la gara della European SuperSport 600. Vittoria però che lo mantiene a pari punti con Federico Caricasulo anche dopo le due prove non concluse a Barcellona.

Il contatto ad inizio gara ha sicuramente intralciato Manfredi che, senza di esso avrebbe potuto ottenere un risultato migliore anche nel Mondiale.

Il titolo Europeo si contenderà dunque tra lo Spezzino ed il Ravennate proprio nell’ultimo Round Europeo a Portimão questo weekend, sarà una battaglia accesa e difficile, Kevin avrà un avversario di tutto rispetto, vice-campione del Mondo nel 2019 ed ex Superbike nel 2020.

Incrociamo le dita e tifiamo per Kevin che, anche in questo 2021, ha dimostrato determinazione e concretezza senza commettere errori.


Kevin ringrazia gli sponsor e partner tecnici della stagione 2021.



Post recenti

Mostra tutti